lunedì 3 marzo 2014

VALLI E PINETE...TOSTA STA' GARA PIATTA!


Di nuovo in terra di Romagna per essere al via di questa storica e partecipatissima gara  giunta ormai alla sua 40^ edizione.
La Valli e Pinete è una gara di mezza maratona completamente piatta ma con insidie che non t'aspetti finchè non ci sei dentro...almeno così è stato  per me che ero all'esordio.
E si perchè mi avevano detto dei 7 km di pineta e del successivo tratto di sterrato lungo il canale molto sconnesso tra sassoni e buche giganti, ma mai come in questa gara ho sperato di rivedere l'asfalto il prima possibile...al km 15!!!  ...e poco male se poi si correva pure controvento.

Ma veniamo alla gara...

Nelle primissime file con la schiera di Marocchini, Diego, Anto, le gemelle Facciani e altri volti noti del podismo romagnolo si parte al "Via" del bravissimo speaker Danny quando le 9.30 sono passate da qualche minutino e facciamo da apripista ai 620 partenti di quest'oggi.
I Marocchini fanno gara a se e in 5 formano da subito il gruppetto di testa, poco staccato il forte atleta azzurro di Ultratrail Matteo Lucchese  e poi veniamo noi della Tiferno Runners schierati al comando del gruppo dei più umani e impostiamo il ritmo su un'agevole 3.33/3.35.
Io, Anto e Diego rimaniamo per diversi km allineati la davanti tenendo a bada i forti Romagnoli Monteruccioli, Valeri, Gorini, Baroni e Bruschi fino al km 7 ...l'ingresso in pineta!
Quà inizia un'altra gara, il fondo è bagnato e le radici umide delle piante portano insidie inaspettate, a tratti si scivola e le traiettorie migliori sono soffici letti di spini e la corsa si fa più muscolare. 
Monteruccioli rompe gli indugi e il suo cambio di passo si sente e fa selezione, con lui se ne vanno Anto, Bruschi, Valeri e pure io per un pò, ma il timore di strafare quando non siamo nemmeno al km 10 mi consiglia di rallentare un pelo ed attendere l'arrivo di Gorini, Baroni e un'altro giovanotto che seguivano poco distanti.
Con loro il ritmo è più consono e passo alla metà gara in 37'34'' prima di ripiombare di nuovo in pineta in direzione opposta ma con gli stessi inconvenienti...
Si esce dalla pineta per prendere una strada sterrata con sassoni sporgenti e buche grandissime e sarà inevitabile finirci dentro più di una volta fino a rischiare di farsi davvero male e così mentre Baroni perde terreno, mi metto davanti a tirare il trio e in questi momenti correre al fianco di uno come Beppe Gorini fa davvero piacere, perchè è vero che ha 50 anni suonati, ma ancora le sue vittorie in giro per l'Italia fanno storia e poi la davanti posso anche vedere dove mettere i piedi...
Come temevo un'attimo dopo che il ragazzotto mi si mette davanti e mi chiude la visuale finisco nell''ennesima buca e una fitta la polpaccio sx mi costringe a mollare la corsa.
Il km 15 è vicino quindi decido di ripartire piano piano per vedere se si può provare ad arrivare alla fine sulle mie gambe ma ogni passo non regolare è una fitta e non sono per niente tranquillo finchè non torniamo sull'asfalto piatto e regolare dove un pizzicotto ogni tanto tutto sommato mi consente di correre abbastanza bene e così decido di rischiare e di tornare in gara ma avrò perso almeno un centinaio di metri sui miei compagni di corsa, però da dietro non si fa vivo nessuno e perciò proverò almeno a tenere la posizione.
Sul drittone che ci riporta a Ravenna in solitaria corro controvento e recupero metri su metri su chi mi precede fino ad arrivare a pochi secondi da Gorini, così finisco in 13^ posizione assoluta con un time di 1.16.50 che tutto sommato è più che buono...Anto con una gara strepitosa e la sua 8^ posizione assoluta entra nella Top Ten mentre Diego arriverà una manciata di secondi dopo di me recuperando molto terreno sul tratto finale asfaltato molto più consono alla sua corsa che lo ha limitato tantissimo nei tratti battuti.
P.S. Per la prima volta, cross a parte non ho preso nessun lap e mi ricordo solo dei primi 2 km poco sopra i 7' e del time messo a metà gara ...ho corso a sensazione e visto il tipo di percorso ci stà! 
P.S.2 Il polpaccio ha ricominciato a farmi male in tarda serata ..domani dono il sangue e così mi riposo per un pò sperando anche di risolvere l'ennesimo fastidio...non me faccio mancare niente!

ALCUNE FOTO

 TRA IL K2 E IL K3 CON DIEGO ANTO GORINI E BRUSCHI A TIRARE IL CARRO

 SUL RETTILINEO D'ARRIVO DIETRO IL GRANDE BEPPE GORINI

 ALL'ARRIVO CON UN'ESPRESSIONE UN Pò COSì...

3 commenti:

  1. sempre un motore di tutto rispetto albe!!!!
    complimenti per tenacia e il tempo finale, non facile su un tracciato così
    veramente un peccato che la carrozzeria ti tradisca a volte
    nella foto finale stavi facendo l'occhietto a qualcuno!!!!????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Andrea, si sono fragilissimo ma ora allenandomi un pò di meno rispetto agli anni passati ho ritrovato una certa continuità e così riesco ancora a tenere certi ritmi gestendo bene i soliti acciacchini ...e considera che la prossima settimana faccio 44 anni!!!
      Alla fine salutavo lo speaker Danny che era sul traguardo e annunciava il mio nome all'arrivo! ...è un'amico! ;)

      Elimina
  2. gran bella storia, e grande esito!!! sei troppo forte ALBE

    RispondiElimina