martedì 24 ottobre 2017

Centro Mare Centro...Corri Fano 2017- Trofeo Lamberto Tonelli


La Città della Fortuna ci accoglie nel suo cuore pulsante che in questa mattina di Ottobre pompa più del solito energia e sorrisi che ritrovi poi riflessi nelle facce dei circa mille tra competitiva e non che hanno deicso di mettersi in gioco in questa giostra che si snoda tra i vicoli del centro storico e il mare.

Incontro e saluto Stefano e la Morena al ritiro del pettorale e poi Richi il più famoso dei marotoneti fanesi durante il riscaldamento e con lui ed altri amici del posto in corsetta ci si scalda un pò dando un'occhiatina al percorso gara...senza tuttavia tralasciare la descrizione accurata delle migliori vinerie e birrerire del centro storico!

Alle 9.45 si parte per i 2 giri di poco più di 5 km e siamo subito in mezzo ai vicoli... Seguo la scia colorata e al mille colgo al volo un 3.38 un pò così, mentre i più veloci e Stefano, il più forte oggi della mia cat M45, prendono già il largo.

Continuo senza forzare troppo e nel tratto lungomare già si formano i primi gruppetti e nel mio terzetto oltre a Michele appena conosciuto durante il riscaldamento c'è il forte Marco Verardo ...Oggi non proprio in forma... E a chi lo incita lungo il percorso dice che ieri è andato in bici!

Al k5/17'56'' siamo ancora insieme ma come da programma ho già iniziato a spingere un pò di più per un secondo giro più tirato ed una gara in buona progressione e poco dopo perdo le loro voci.

Il secondo giro concentrato sui ragazzi che mano mano recupero (mi pare 8) vola via velocemente soprattutto quando inquadro la sagoma gialla di Stefano che da una macchia tra le altre, col passare dei metri si fa sempre più delineata fino farsi nitida all'ultimo km dove tiro forte la salita riprendendo e staccando chi era con lui poco prima e provo la volatona finale per il corso ma è ormai troppo tardi mi precederà di circa 50mt. sul traguardo dopo il bel giro di piazza finale.

36'54'' il mio crono finale per i 10.5km del percorso 13 ass. E 2° di Cat M45.
Stefano mi precede di un paio di posizioni...36'43'' e vince meritatamente la Categoria (...e il prosciutto!)... Richi ancora più avanti in 36'16''!
Michele e Marco che mi hanno accompagnato nella prima parte di gara chiuderanno in 20ma e 21ma posizione...circa 50'' dopo di me!

Complimenti sinceri agli organizzatori che con 6 euri di iscrizione hanno creato un evento davvero importante sotto tutti i punti di vista!




martedì 25 luglio 2017

3000m WOMEN FINAL U20 CHAMPIONSHIPS - GROSSETO 2017

Ma che finale Nadia Battocletti!!! ...Brava a non mollare!



venerdì 21 luglio 2017

Il mio medio...

Fondamentale! secondo me. Qualsiasi sia il tuo obiettivo in un piano di allenamenti che ti porta al periodo specifico, questo lavoro non può mancare.
Allenamento fisico, aerobico ma soprattutto mentale.
Parti e sei subito in bilico, devi essere molto concentrato per ascoltare il tuo corpo, il tuo respiro e valutare la fatica percepita...un pelo più e salta tutto l'allenamento ...meno e il medio diventa corsa svelta.
Per niente facile, cardio e crono sono di poco aiuto perchè ci sono troppe variabili ad influenzare la fatica percepita durante lo sforzo...condizioni fisiche del momento, clima, terreno, percorso...i secondi e i bpm queste variabili non le conoscono.

Ore 12.24, pausa pranzo del 20 luglio, temperatura sopra i 30° appena mitigata dalla vegetazione che nasconde a tratti il grande fiume che nell' Alta valle disegna il nostro fantastico percorso in terra battuta con i k segnati sulle piante che solo chi frequenta spesso questo tratto di lungotevere sa dove sono e riesce a vederli.

Marco (il toscano) è in bici, e con Diego (il campione) in corsa mi accompagnano per il primo tratto di rodaggio fino al primo mille di lavoro...4.01.
Poi Diego rallenta perchè il lavoro l'ha fatto il giorno prima ed oggi non era il caso di tirare ancora, mentre Marco mi accompagna dandomi di tanto in tanto la velocità segnata dalla bici...15...sotto 15...passo al secondo e terzo k poco sopra 3.50 con percorso che, accompagnando il fiume a valle, tende leggermente a scendere. Marco fora la ruota anteriore ed è fuori uso poco dopo aver "bloccato" il traffico per consentire il mio passaggio sulla comunale che in un punto taglia il percorso...Grazie! Ora con la respirazione sotto controllo posso concentrarmi sulla fatica e continuo la corsa... stesso riscontro al k5 e proseguo così fino al k6 posto poco dopo il ponte di legno.
Vado lungo! rigiro e schiaccio mentre rientro e ritroso ...4.08. ora a metà lavoro i km li trovo a scalare ed il percorso tende a salire controcorrente rispetto al fiume ed quì che devo stare molto attento a non forzare per cercare il riscontro cronometrico perchè con la stanchezza che tende ad aumentare ci vuole poco a far saltare l'allenamento.

Al k5 (6 del lavoro), controllando la corsa, mi sorprende un pò il 3.58 riscontrato sul falsopiano leggermente a salire con tanto di salita e sterzata secca sul passaggio del ponte di legno, bene! Così continuo sempre concentrato sulle sensazioni e un pelo timoroso visto che sono ancora 4 i km leggermente a salire da chiudere e finisco, un po stanchino ma contento del lavoro fatto e di come l'ho interpretato, con un'alternanza finale precisa 4.02-3.58-4.02-3.58 senza mai forzare più del dovuto, nemmeno quando l'albero del k1 era ormai in vista. I 10 k  li ho chiusi poco sotto i 40' ...meglio del previsto e l'ultimo k e poco più di defaticamento è scivolato via ancora insieme a Diego che aveva letto il mio lavoro in maniera impeccabile ed era ad aspettarmi nell'ultimo tratto per altre due chiacchiere prima di salutarci e tornare al lavoro.