martedì 16 dicembre 2014

Reggio Emilia 2014...



E' tanto che non scrivo più ma la maratona di Reggio Emilia vale un post, lo meritano gli organizzatori i volantari e gli assistenti tutti, sono stati semplicemente fantastici...
La gara non è andata come speravo anzi, ma ci stà e va presa così com'è venuta senza cercare appigli o scuse varie ...Insomma questa è la maratona prendere o lasciare!
Va  rispettata ma non temuta, va interpretata nel migliore dei modi e può non bastare, non si può mai sapere come andrà a finire finchè non hai la medaglia al collo e secondo me questo è quello che più di ogni altra cosa la rende speciale e diversa dalle altre gare...e se vogliamo questo suo modo di essere così imprevedibile è quello che più mi attira e me la fa piacere anche se non è andata come me l'aspettavo.
 Con il capitano e il campione si parte alle 4.30 alla volta dell'Emilia e alle 7.30 in punto siamo sotto al palazzetto pronti per espletare le procedure di ritiro pettorale pacco gara ecc ecc...una marea di gente il palazzetto è pieno di atleti e incontro l'amico fanese Riccardo con il quale faccio riscaldamento e mi avvio alle griglie ...Forte di un pettorale estremamente e forse anche un pò troppo basso mi inserisco nella prima griglia subito dietro i migliori e in attesa della partenza saluto e scambio 2 battute con i maratoneti ...quelli veri!
Così è un piacere ritrovare in griglia a distanza di anni Andrea che proprio a Reggio mi portò sotto le 3 ore in una gelida giornata del 2007 e conoscere dal vivo Antonio ...Vedo la Laura, la saluto e gli chiedo che tempo vuol fare ...2.40/2.45 mi dice! è la favorita tra le donne, ex campionessa italiana di maratona ed esperienza da vendere ...decido che sarà un buon riferimento! 
Dopo 2 o 3 cilecche della pistola si parte quando le 9 sono appena passate ed è facile la davanti trovare subito un buon ritmo a cavallo dei 4'/km nel girare per il centro storico di Reggio per poi ripassare a fianco di Richi di nuovo sotto la partenza con lo speaker che lo riconosce e lo saluta pubblicamente!
Uscendo dalla città come deciso mi ritrovo nel gruppetto della prima donna con la macchina che segna il tempo subito davanti a separarci da Riccardo che ha deciso che può far meglio ed ha allungato un pò...
La pedecollinare sale gradualmente con qualche strappettino quà e là ed il ritmo ora sceso di qualche secondo lo reggo abbastanza bene e sempre sotto controllo passo ai 10000 in 38.19 e alla mezza dopo 1h21'23'' insieme alla Laura e altri 2 ragazzi...
La seconda donna stà rientrando da dietro e la Giordano decide quindi di cambiare passo e così la lasciamo andare perchè ci attendono ancora i 4 km a salire fino al k28 e la maratona deve ancora iniziare.
Salgo agile lasciando spazio agli altri ragazzi fino al k28 per poi rientrare facilmente nel tratto a scendere successivo ma già avverto un certo indurimento delle gambe e correre in discesa lo trovo difficoltoso.
Qualcosa non va ora la gara è tutta a favore ma non riesco a correre facile e all'ingresso del parco in un tratto in discesa la gamba destra si blocca di colpo con una pagnottella dietro alla coscia e raggiungere il palo più vicino non è cosa semplice...ci riesco allungo e massaggio, poi riparto prima camminando per un pò e poi corricchiando pianino  ma non va e ancora sono troppi i km che mancano alla fine ma ci provo lo stesso e deambulo tra un crampo e l'altro fino all'arrivo finendo di soffrire dopo 2h55'...Questa è la maratona e se vogliamo nonostante tutto è anche il bello della maratona.
Mi piace anche per questo motivo, ma è chiaro che la differenza che c'è tra me e un maratoneta vero è la stessa che c'è tra me e Richi che operato a Maggio al piede con conseguente lungo stop e riabilitazione successiva è tornato a correre la maratona!
...ed ha chiuso la gara in scioltezza dopo 2h42' !!!

10 commenti:

  1. i crampi in maratona... accadono.
    ho aperto un blogghe se ti interessa (ex califfo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao non sapevo del blogghe ora l'ho inserito nella mia lista!!!
      Muscolarmente la maratona non l'ho sentita propio per niente, salgo e scendo le scale di corsa senza il minimo problema, piuttosto giusto stamattina parlando con un'amica dottoressa di questo problema abbiamo ipotizzato che probabilmente i crampi siano stati causati dalla scarsa idratazione del mio organismo aggravato dallo stato influenzale avuto giusto nella settimana della maratona e tuttora in corso...che oltre a togliere energie ha abbassato i livelli di magnesio e potassio che erroneamento non ho reintegrato...in primavera ci riprovo e a Roma ho ancora un conto aperto...a presto!

      Elimina
    2. uno mio ebbe crampi a torino, umidità 100% + tensione pregara + febbre a una settimana dalla gara gli causarono disidratazione e squilibri vari.
      I'll blogroll you also :)

      Elimina
    3. il 29/11/2014 ho fatto una visita impedenziometrica dalla quale risultavo molto disidratato...non ho avuto febbre ma raffreddore e mal di gola nei giorni che precedevano la gara , il giorno della gara e tuttora, l'umidità era altissima con temperatura sui 7/8 gradi...Ero iscritto alla maratona di Pisa ma siccome già da tempo mi sentivo molto bene con ottimi riscontri crono in allenamanto ho deciso di anticipare di una settimana...c'ho nonostante siccome non mi piace cercare alibi o giustificazioni preferisco pensare che non fossi adeguatamente preparato...grazie dello scambio!!!

      Elimina
    4. Innanzitutto complimenti per il blog, ben fatto! Per i crampi sicuramente il malanno prima della gara ha influito in maniera determinante; del resto come ha detto il califfo in maratona i crampi sono sempre dietro l'angolo.

      Elimina
    5. Ciao Marco...e' quello che tutti mi dicono, ma non è nel mio carattere e tantomeno nel mio modo di fare...Niente, sono convinto che nonostante le ottime sensazioni dovevo prepararmi meglio! Magari se avessi corso una Mezza ora sarei quì a discutere di PB ...ma la Maratona è un'altra cosa ed esige rispetto. A primavera se ne riparla!
      Grazie della visita e son contento che ti sia piaciuto il blog
      a presto

      Elimina
  2. mitttico Albe: anche se non contento, per me resti un eroe ;)
    prima o poi ci si rincontra, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah ...grazie Moro!!! Niente a che vedere con chi osa il Passatore!!! ...a presto!

      Elimina
  3. comunque nonostante tutto l'hai portata a casa.
    auguri per un felice 2015

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ops...scusa il ritardo!!! Grazie e buon anno anche a te

      Elimina