domenica 22 gennaio 2012

PEPPE...


Stamattina nella mia corsetta solitaria pensavo anche al post che avrei scritto oggi nel mio blog raccontando del lungo progressivo corso ieri, dei primi riscontri cronometrici nei test e negli allenamenti che potevano dare un’idea del ritmo da tenere in maratona, delle mie sensazioni e di quello che vorrei, ma difficilmente potrei fare a Roma ecc ecc.
..Lo farò un’altra volta!
All’ora di pranzo mentre finisco di mangiare Walter mi chiama per darmi la notizia, che anche se era purtroppo prevedibile, mai avrei voluto avere!
Sul sito, anche suo, di atletica in umbria trovo la conferma nel messaggio della moglie Luana rivolto a tutti ..e non riesco nemmeno a commentarlo come meriterebbe perchè come spesso mi capita in queste situazioni non trovo le parole e “…….”  è solo quello che riesco a lasciare come testimonianza di vicinanza alla famiglia!
Peppe è morto!
Peppe era Giuseppe Tomassoni, Lui era il podismo in umbria.
Atleta prima ..organizzatore di gare, giudice e amico di tutti noi poi!.
Impossibile non conoscerlo per chi corre abitualmente dalle nostri parti, perché se il nostro circo ogni Domenica che si spostava  di paese in paese poteva perdere alcuni degli interpreti, solo una cosa era certa, Lui c’era! ..C’era sempre!
C’era prima della gara quando indaffarato ti salutava con un veloce sorriso e un “ciao Fiorù”, c’era durante la gara a scattare le foto in corsa dalla macchina o appostato dietro ad una curva e c’era a prendere i tempi all’arrivo e poi alle premiazioni.
Le sue classifiche erano on line a poche ore dalla fine della gara e a seguire puntuale il servizio fotografico! ..sempre perfetto! ..sempre disponibile e gentile!
..a lui potevi dire ci si vede alla prossima gara perché eri sicuro di trovarcelo!
Ciao Peppe, ti sono grato per averci lasciato in dono questo giocattolo che hai contribuito a costruire per tutti noi
..Mi piace pensare che le Domeniche mattine da Lassù continuerai a seguirci e a darci una mano come era tua consuetudine.

1 commento:

  1. nadio procacci22 gennaio 2012 19:32

    davvero bravo enrico ,mi hai commosso,un uomo incredibile che ha amato il nostro sport come pochi.conserverò le foto mie delle gare che mi mandava regolarmente sulla mia posta.un vero amico.

    RispondiElimina